Menu

I vantaggi e le caratteristiche della tecnologia ADSL

25/02/2016 - Tecnologia
I vantaggi e le caratteristiche della tecnologia ADSL

Cos’è l’ADSL e come l’introduzione di questa tecnologia ha cambiato il mondo delle telecomunicazioni?

ADSL è un acronimo indicante la dicitura inglese Asymmetric Digital Subscriber Line, che definisce quella categoria di tecnologie che hanno il merito di aver rivoluzionato la trasmissione fisica del segnale digitale di internet. Dall’arrivo dell’ADSL nel mondo delle telecomunicazioni, la rapidità e le performance delle connessioni hanno registrato una netta impennata, dovuta all’alta velocità di trasmissione fondata sul doppino telefonico, presente nell’ultimo tratto della rete telefonica che unisce la centralina alle utenze private.

Ogni utente può disporre dei servizi di connessione ADSL stipulando un contratto con uno dei tanti operatori presenti all’interno del mercato digitale. L’idea che sta alla base della nascita e dell’introduzione dell’ADSL, viene dalla consapevolezza di un vuoto di banda presente all’interno del doppino telefonico, nel quale il traffico riservato alla telefonia occupa soltanto una piccola porzione della banda disponibile.

I primi sviluppatori, ben consci della possibilità di poter sfruttare lo spazio presente nel doppino telefonico, cominciarono a progettare una linea per la trasmissione dei dati internet a banda larga. Nel nostro paese, l’ADSL è sbarcata ufficialmente il 1 gennaio del 2000, giorno in cui l’azienda “Galactica” decise di lanciare nel capoluogo lombardo la connessione “power internet”, in grado di raggiungere i 640 kbps. A ruota, intervennero altre società all’interno del mercato italiano, con l’intenzione di proporre all’utenza la possibilità di fidelizzarsi al traffico veloce dei dati concesso dall’ADSL.

Le caratteristiche salienti dell’ADSL

Come suggerito dal nome, l’ADSL è una tecnologia caratterizzata dalla larghezza asimmetrica di banda. Ciò consiste nella differenza che intercorre fra il flusso dati in entrata (download) e quello in uscita (upload). Questa differenza si adatta al traffico utilizzato dall’utenza media. caratteristiche ADSL

Il collegamento ADSL viene reso possibile dalla presenza di un modem che l’operatore affida all’utente e da un congegno di trasmissione della rete (DSLAM) situato nella centralina telefonica. I 2 dispositivi lavorano in tandem trasmettendosi l’un l’altro i segnali in entrata ed in uscita.

La separazione del segnale dati da quello vocale utilizzato dal telefono fisso viene effettuata da un filtro denominato splitter, che viene installato sia nella centrale telefonica, che all’interno dell’apparecchio telefonico dell’utente.

Uno dei vantaggi più notevoli della tecnologia ADSL è il fatto che usufruirne non implica in nessun modo la sostituzione dei cavi telefonici esistenti. Le capacità di questa linea trasmissiva, che fa riferimento al cosiddetto doppino telefonico, viene sfruttata ben oltre il suo limite ed in maniera totalmente differente dal motivo per cui in principio era stata progettata.

Questo, tuttavia, è uno dei motivi per cui le prestazioni dell’ADSL dipendono in maniera importante dalla distanza che separa l’utenza dalla centrale, oltre che dalla qualità dei cavi, dal logorio degli stessi, dall’eventuale presenza di interferenze e campi elettromagnetici presenti lungo tutta la linea.

L’ADSL ha fatto rapidamente breccia nelle preferenze dell’utenza italiana e mondiale, sebbene negli ultimi anni sempre più persone abbiano cominciato a fidelizzarsi a nuove tecnologie quali la fibra ottica, mediamente più veloce e performante dell’ADSL.