Menu

Risorse umane, quali sono i migliori programmi formativi?

02/11/2016 - Aziende
Risorse umane, quali sono i migliori programmi formativi?

Human resources: espressione anglofona utilizzata per indicare il personale di un’organizzazione. Ogni impresa, naturalmente, ha bisogno di selezionare i collaboratori in modo attento, siano questi membri chiave dell’amministrazione o tecnici di supporto. Qui entra in gioco una figura professionale apposita, ovvero l’addetto alle risorse umane. Quale percorso formativo si deve seguire per poter svolgere tale incarico? Ecco una comoda guida in tre punti.

Gestione delle risorse umane, in cosa consiste?

Il mestiere dell’addetto alle risorse umane comprende doti di intuizione e abilità manageriali. Secondo numerose scuole di pensiero un principio fondamentale è quello di intendere il personale di un’azienda come elemento imprescindibile, una risorsa di cui non è possibile fare a meno e che in quanto tale deve essere gestita nel migliore dei modi.

Il controllo del personale, concepito nel più vasto e profondo significato possibile, è un ruolo senza dubbio affascinante, ma che ovviamente necessita di una preparazione mirata. Negli ultimi anni sono state promosse diverse scuole italiane ed europee, ma solo alcune rispettano appieno i requisiti che un buon centro formativo dovrebbe vantare, approfonditi nei prossimi paragrafi.

Qual è il miglior mezzo di formazione?

Uno dei modi più efficaci per costruire la propria cultura in materia di human resources è un master: un corso post-laurea dalla durata variabile universalmente riconosciuto come corsia preferenziale verso il mondo del lavoro. Un ottimo master si distingue per alcuni dettagli di base, per esempio la lingua. Con un processo di globalizzazione sempre più aggressivo la scelta dell’inglese è quasi d’obbligo, in modo da incrementare le proprie doti di comunicazione tramite un linguaggio che presto o tardi sarà utilizzato in qualsiasi contesto lavorativo.

Sono ben accetti i docenti con un’esperienza diretta alle spalle, possibilmente maturata anche al di fuori dell’Italia. Immancabili infine le attività di tirocinio: quasi tutte le scuole assicurano questo importante contributo pratico per i propri allievi, ma quante garantiscono un tirocinio di qualità sufficiente? Il master in risorse umane ideale, quindi, deve essere valorizzato non solo dallo studio sul campo fine a sé stesso, ma dal contatto con realtà dinamiche e fortemente attive nel settore. La durata media è di un anno, e per accedere ai corsi, normalmente, non è necessaria una preparazione predefinita (tra i partecipanti non mancano, infatti, quelli con un background formativo di natura scientifica).

Come selezionare la scuola di formazione?

master_hrNella scelta della struttura fisica a cui affidare il proprio percorso di formazione, purtroppo, non basta il buon senso. Fortunatamente le caratteristiche a cui attenersi non sono tante. Tra queste spicca la modernità: una scuola giovane e aggiornata, coordinata da insegnanti al passo coi tempi, saprà fornire una preparazione coerente con i più recenti standard professionali.

Altrettanto importante è il traffico di studenti, non solo per quantità ma soprattutto per identità e provenienza culturale, tutto perfettamente integrato in un’ambiente solido e stimolante: nulla di meno rispetto a ciò che si dovrebbe trovare in una grande ed efficiente azienda. Un’eccellenza è rappresentata dalla Bologna Business School, centro di istruzione manageriale con sede in Emilia-Romagna, nella Villa Guastavillani.

Non solo rispecchia senza riserve tutti i pregi appena elencati, ma è una delle poche scuole italiane in possesso della certificazione rilasciata dall’Asfor (Associazione Italiana per la Formazione Manageriale), a dimostrazione degli elevati standard di qualità. Con migliaia di studenti provenienti da tutto il mondo e una fitta rete di contatti con numerose aziende di successo, potrebbe rappresentare la migliore fra le scelte attualmente disponibili in Italia e in Europa.