Menu

Legionella e rischi per la salute

04/12/2015 - Salute e Medicina
Legionella e rischi per la salute

L’habitat naturale del batterio

La legionella è un batterio aerobico che si presenta in più di 50 specie diverse e ha una natura potenzialmente pericolosa, in quanto può causare la morte delle persone contagiate e infette. La scoperta del batterio della legionella avvenne nel 1976, quando a Filadelfia si sviluppò tra un gruppo di veterani della America Legion un’epidemia successivamente denominata legionellosi.

Il batterio della legionella si sviluppa in particolar modo in ambienti acquatici, sia naturali che artificiali. In particolare, il batterio vive in ambienti stagnanti e quindi in qualsiasi condizione di stagnazione.

La temperatura dell’acqua non influisce molto sulla sopravvivenza del batterio, in quanto la legionella può tranquillamente resistere anche a temperature superiori ai 50 gradi centigradi.

Inoltre, anche l’acidità dell’acqua non risulta un dato importante, in quanto il batterio è in grado di sopravvivere e vivere sia in ambienti acidi che alcalini, quindi resiste con un ph compreso tra il 5 e l’8.

Come si trasmette il batterio

La trasmissione del batterio della legionella non avviene tra contatto diretto con persone infette, ma soltanto mediante il contatto con acqua infetta.

Questo significa che la legionella si trasmette mediante aerosol, quindi respirando acqua contenente una quantità sufficiente di batteri per il contagio. La malattia insorge quando il batterio raggiunge i polmoni: in questo caso, l’infezione può tramutarsi in due forme diverse, la febbre di Pontiac e la legionellosi.

legionella

Come prevenire la trasmissione del batterio

Evitare il rischio di trasmissione di legionella è un dovere per assicurare la buona salute di tutti.

Innanzitutto, vi sono dei piccoli accorgimenti da tenere a mente per quanto riguarda l’impianto idrico: le tubature non devono essere troppo lunghe e si deve fare in modo da evitare quanto più possibile ristagni d’acqua.

E’ necessario prevedere di frequente una corretta manutenzione e pulizia dell’impianto idrico. Inoltre, si può ricorrere a dei particolari trattamenti per evitare il rischio di contagio di legionella.

Innanzitutto, si può prevedere un trattamento termico e portare la temperatura dell’acqua sopra i 60 gradi, condizione in cui il batterio risulta inerte.

Altro trattamento prevede l’aggiunta di cloro nell’acqua in qualità di disinfettante. Allo stesso modo, si possono utilizzare raggi ultravioletti per uccidere i batteri della legionella.

 

Per saperne di più clicca quì