Menu

Elezioni 2015: verso il voto

27/04/2015 - Aziende
Elezioni 2015: verso il voto

Elezioni amministrative 2015

Il Decreto Legge siglato lo scorso 19 marzo dal Ministro dell’Interno Angelino Alfano ha definitivamente stabilito la data per le prossime esezioni amministrative. Dopo alcune controversie è stata fissata al 31 maggio 2015 la data in cui gli italiani saranno chiamati alle urne. Nella stessa data si svolgeranno, nelle Regioni e nei Comuni interessati, anche le elezioni regionali e comunali. Eventuali turni di ballottaggio avverranno domenica 14 giugno.

Le elezioni per il rinnovo del Governo regionale interesseranno circa 17 milioni di cittadini, residenti in Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Umbria, Campania e Puglia, mentre le comunali interesseranno più di 1.000 Comuni.

La decisione di accorpare le votazioni in una singola giornata è stata determinata da esigenze economiche. Si stima infatti che questo raggruppamento permetterà un risparmio di 100 milioni di euro.

Unica data per l’election day

La necessità di individuare una data unica in cui poter raggruppare elezioni amministrative, regionali e comunali ha portato il Governo alla scelta del 31 maggio.

Le disposizioni legislative in vigore infatti dispongono che le elezioni amministrative devono svolgersi in un periodo compreso fra il 15 aprile ed il 15 giugno, mentre, secondo quanto previsto dalla Legge di Stabilità, le votazioni per il rinnovo dei consigli regionali devono aver luogo entro sessanta giorni dal termine del quinquennio.

Poiché le precedenti elezioni regionali si erano svolte il 28 marzo 2010 il precedente quinquennio è terminato il 27 marzo scorso. Il Governo ha ritenuto pertanto inutili le perplessità manifestate da alcuni dei Comuni interessati, riguardanti la concomitanza con il ponte del 2 giugno unita al timore di una scarsa affluenza alle urne, individuando in maniera definitiva l’ultima data utile nel 31 maggio 2015.

Non è prevista l’apertura dei seggi anche il lunedì successivo, per cui per esprimere il proprio voto sarà necessario recarsi alle urne domenica 31 maggio dalle ore 7 alle ore 23.

elezioni-2015
Cosa occorre per votare alle elezioni 2015

Come per le precedenti edizioni, il cittadino che si reca alle urne per esprimere la propria preferenza dovrà portare con sé la tessera elettorale ed un documento di riconoscimento in corso di validità.

Coloro che non hanno oppure hanno smarrito la tessera elettorale, potranno richiederla al proprio Comune di residenza. I cittadini che risultano affetti da grave infermità, che non consenta loro l’allontanamento dall’abitazione, possono richiedere preventivamente di essere ammessi al voto domiciliare a condizione che la loro dimora si trovi nel Comune di residenza.

I cittadini italiani residenti all’estero potranno votare solo se iscritti all’AIRE (Anagrafe Italiana Residenti Estero).

Come esprimere il proprio voto

L’elettore che si presenta presso il seggio elettorale di appartenenza riceverà, previo riconoscimento, la scheda elettorale su cui sono presenti i simboli di tutti i partiti candidati alle amministrative 2015.

Dovrà recarsi all’interno della cabina presente presso il seggio e, una volta dispiegata la tessera elettorale, apporre la croce sul simbolo prescelto utilizzando esclusivamente la matita che gli viene consegnata unitamente alla scheda.

Non sono ammesse, e verranno annullate in fase di scrutinio, le schede recanti segni o cancellature. Una volta espresso il proprio voto dovrà aver cura di ripiegare la scheda per poi inserirla nelle apposite urne.

Fonte: tg24.sky.it/tg24/speciale_elezioni/home.html